SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI OLTRE €80 – 14 GIORNI RESO GARANTITO

Tutti dentro al sacco nanna!

Tutti dentro al sacco nanna!

Tutti dentro al sacco nanna!

Per tutti i bambini l’ingresso alla scuola materna è un passaggio delicato e la prima piccola grande conquista verso l’autonomia. I primi giorni sono veramente indimenticabili per noi genitori in generale ma soprattutto per noi mamme: singhiozzi che diventano pianti, che si tramutano in strepiti e poi in urla apparentemente disperate e bimbi che si aggrappano al collo di mamma e papà, adulti che perplessi e smarriti non sanno bene che cosa fare… E’ l’inserimento all’asilo e chiunque ci stia passando o ci sia passata sa che non è una passeggiata!

I ricordi in una tasca

Personalmente ricordo quel periodo con il sollievo tipico di chi ha messo la parola fine: mio figlio non si è mai dimostrato incline ad un distacco sereno da me, tutt’altro, quindi armata di orsetto Teddy del cuore, fazzoletti, tanti fazzoletti… e un borsone pieno di amore e rassegnazione e ovviamente l’occorrente per l’asilo, mi avvicinavo al cancello consapevole che di lì a poco si sarebbe accesa una sirena assordante con lacrime sprizzanti in cui i miei sensi di colpa annegavano senza speranza…. Vi confido che un paio di volte sono tornata indietro con la scusa di aver dimenticato chissà quale salvavita… assolutamente certa che l’unica cosa lasciata a casa era il coraggio di staccarmi da lui, il mio piccolissimo cucciolo che fra qualche giorno compirà 18 anni…

Il web è pieno di indicazioni su cosa fare o non fare, elenchi e decaloghi a profusione,  testimonianze di super mamme che ci sono già passate e che cercano in maniera sardonica e poco credibile ma piena di dolcezza e amore di infondere alle neofite quella tranquillità che solo chi ha chiuso quel capitolo ha! Quindi bando alle ciance cercherò di ricordare insieme a voi il rito adottato da me insieme a mio figlio per arrivare a oltrepassare quel benedetto cancello e avviarmi al lavoro non proprio serena ma quantomeno non in lacrime!

L’occorrente per l’asilo.

Ricordo i grembiulini a quadretti nelle cui tasche ogni giorno inserivo un dolcetto e il sacco nanna imbottito con stampati i suoi animaletti preferiti oltre alla sacca con ricamato sopra il suo nome con dentro il cambio che assumeva le sembianze di un kit di sopravvivenza per piccoli esploratori. In ogni oggetto nascondevo pezzetti del mio amore per lui, il cuoricino sulla lettera i, e un sole al posto della O.

Ricordo che al mattino preparavamo insieme il gioco preferito del giorno e lo mettevamo nello zainetto insieme al bavaglino di spugna e cotone, al ciuccio da tenere appeso con un nastro di raso che tutti i giorni cambiava colore e alla federa dove inserire un cuscino leggero e morbido come la carezza di una mamma. Il mio era un modo per lasciargli portare con sé un pezzetto di casa nostra all’asilo rendendo più sereno lui e conseguentemente anche me.

Prepariamo un mesetto prima tutto l’occorrente che servirà ai nostri bimbi per affrontare preparati e carichi di gioia questa grande avventura della scuola materna. Facciamo in modo che l’elenco del materiale non diventi negli ultimi giorni motivo di ansia e una corsa dell’ultimo secondo a recuperare tutto ciò che manca. Se possibile facciamo gli acquisti assieme a loro per renderli partecipi e meno diffidenti verso il nuovo che avanza e quindi consapevoli che sarà il primo gradino di una lunga e entusiasmante scala verso l’autonomia, l’indipendenza e la socializzazione.

Noi mamme saremo sempre per tutta la vita davanti a quel cancello pronte ad accoglierli in un caldo abbraccio e a riprenderli per mano…

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *