SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI OLTRE €80 – 14 GIORNI RESO GARANTITO

Ma che caldo che fa!

Ma che caldo che fa!

Tessuti estiviQuello che amo di più dell’estate è liberarmi di tutti quegli strati invernali ingombranti per passare a divertenti vestiti floreali, top e magliette.

Se devi andare ad un matrimonio oppure fare un picnic lungo il fiume queste stoffe estive ti conferiranno sicuramente un aspetto bellissimo e allo stesso tempo ti faranno sentire a tuo agio nel calore estivo.

 

Cotone

tessuti estivi, cotonePer diverse ragioni la maggior parte del mio guardaroba estivo è di cotone. È leggero e delicato, può essere usato per fare praticamente tutto. È resistente e abbinabile alla maggior parte delle stoffe, rinnova ogni volta la nostra silouette. Un’altra grandiosa caratteristica del cotone è che si può lavare in lavatrice e mettere nell’asciugatrice. Questo è un grande plus se non si ha tempo di tirare fuori il ferro da stiro, ma si vuole assolutamente indossare proprio quel vestitino a fantasia geometrica o a fiori che piace tanto a qualcuno. Per la maggior parte dei tessuti prima di iniziare la lavorazione è consigliabile lavarli in lavatrice con il programma specifico per evitare la sorpresa del restringimento a capo finito.

Il cotone è un tessuto veramente poliedrico, infatti offre un’enorme varietà di stampe e un sacco di opzioni per qualsiasi occasione estiva. Dal momento che è così traspirante si asciuga in fretta e non trattiene umidità se la giornata è calda. Questa stoffa conveniente anche nel prezzo ti permetterà di realizzare abitini, magliette e bluse in cui la nostra fantasia può sbizzarrirsi in una miriade di modelli con una spesa veramente minima.

 

Linotessuti estivi, lino

Il lino è un’altro dei miei tessuti preferiti. Viene definito una materia nobile per le sue proprietà e per i suoi molteplici utilizzi: in casa arreda tutti i nostri ambienti, dalla camera alla cucina passando dal bagno e fermandoci in sala, con i suoi mille rivestimenti dai colori naturali, caldi e shabby chic; il nostro guardaroba si impreziosisce con capi freschi, leggeri ideali per i giorni più afosi. Viene considerato da tutti gli stilisti una stoffa preziosa, antica e senza tempo in cui l’ispirazione romantica non ha confini, come un blocco di marmo a cui dare vita plasmando le sue pieghe sensuali. Questa fibra naturale coniuga bellezza e sostenibilità e si percepisce nella sua tramatura una storia che rievoca tempi passati dal sapore cavalleresco.

 

Setatessuti estivi, seta

Sebbene possa essere più costosa di alcune delle altre stoffe che ho già menzionato, io credo fermamente che ciascuna di noi si meriti un po’ di seta nel proprio armadio. È così fresca al tatto e sembra quasi che regoli perfino la temperatura del corpo. La seta è molto fine, elegante e raffinata, ci accarezza con mani sapienti facendoci sentire sempre adeguate anche quando le temperature salgono. Come per la maggior parte dei tessuti naturali deve essere prelavata, facendo particolare attenzione nella stiratura:  impostate il ferro a una bassa temperatura e aumentatela poco a poco mentre stirate.

 

Mescolanze: un connubio di fantasia e praticitàtessuti estivi, mescolanze

Alcuni tra i tessuti più eccezionali sono mescolanze, un misto di materiali naturali e sintetici che reinventano nuove proprietà e caratteristiche della stoffa portando a risultati fantastici. La miscela poliestere e cotone possiede tutte le qualità migliori del cotone, ma con meno pieghe. Il poliestere asciuga in fretta e la presenza di elastam aumenta la vestibilità del capo indossato.
Consiglio vivamente a ciascuna di voi di entrare in un negozio di stoffe e dare a queste mescolanze una chanc, non vi deluderanno.

Queste sono solo alcuni dei fantastici tessuti che aiutano a mantenerci fresche e solari, e che contemporaneamente ci faranno sentire delle icone della moda. Divertiamoci e osiamo nell’acquistare tutte le stampe e i colori che rendono omaggio a tutte le cose più belle dell’estate.

Non mi resta che augurarvi passione, colore, fantasia, divertimento e buon shopping.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *